Come Risparmiare sull’Assicurazione sulla Vita

Oggi sottoscrivere un’assicurazione sulla vita significa tutelare in maniera molto importante se stessi ma soprattutto la propria famiglia, prevenendo le conseguenze di eventuali eventi avversi riguardanti la persona maggiormente capace dal punto di vista reddituale in un nucleo familiare. Il campo assicurativo, almeno in Italia, è però molto complicato e, prima di scegliere la polizza migliore, è bene prendere in considerazione diverse alternative e non trascurare l’informazione tecnica.

Solo in questo moto è possibile evitare di sprecare i soldi e avere la sicurezza di garantire ai propri familiari una rendita non indifferente.

Quali sono i consigli migliori per risparmiare sull’assicurazione sulla vita? Eccone alcuni che abbiamo selezionato per te.

  • Compila i preventivi online sui principali portali

Oggi, sia che si punti a richiedere un prestito sia che si cerchi una soluzione assicurativa, è possibile avere le idee chiare sull’impegno economico che si andrà ad affrontare grazie al vantaggio del web. Sui portali delle principali compagnie assicurative è infatti possibile inserire diverse voci e arrivare alla formulazione di un preventivo completo. Ci vuole senza dubbio un po’ di tempo, ma in questo modo si ha la possibilità di avere sott’occhio dati reali.

  • Scegli polizze con premio costante

Un trucco tanto importante quanto semplice per risparmiare quando si parla di assicurazione sulla vita consiste nel sceglierle pacchetti caratterizzati da un costo bloccato. C’è da dire che la maggior parte delle compagnie assicurative propongono premi di questo tipo che, per natura, garantiscono un ottimo risparmio sul lungo termine.

  • Scegli con attenzione la tipologia di polizza

    Scegliere un’assicurazione sulla vita significa optare per l’inizio di un percorso importante, all’inizio del quale bisogna considerare che esistono due tipologie di contratto. Uno è la polizza infortuni e l’altra la polizza malattia. Perché è importante tenere a mente questo aspetto? Perché stipulare una polizza per coprire i rischi del decesso è abbastanza inutile se non si ha nessuno da considerare come beneficiario. Sembra strano quando ci si pensa e quando si vedono le numerose pubblicità delle compagnie, ma acquistare una polizza da gestire per tanti anni significa considerare anche i propri progetti relativi alla vita privata.

  • Non dimenticare le detrazioni

    Tra i vantaggi della sottoscrizione di un premio assicurativo è possibile ricordare anche la possibilità di contenere i costi attraverso le detrazioni. A quanto ammontano di preciso? Prima di rispondere alla domanda è utile capire quali premi assicurativi possono essere detratti. Le regole in merito attualmente valide prevedono la possibilità di detrarre i costi dell’assicurazione sulla vita con rischio morte, ma anche dell’assicurazione sulla vita con rischio d’invalidità permanente, che non deve essere inferiore al 5%. I suddetti premi – si possono detrarre anche quelli relativi all’auto, ma non è argomento di questo articolo – possono essere portati in detrazione nel 730 per il 19%. Le regole attualmente in vigore prevedono un limite massimo detraibile pari a 530€. In questo caso si chiamano in causa le assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni – vale il limite dell’invalidità permanente al 5% – a patto che siano state stipulate a partire dal 1° gennaio 2001. Da non dimenticare è il fatto che, per godere delle detrazioni, il contratto di assicurazione sulla vita deve avere una durata superiore ai 5 anni.

  • Attenzione alle polizze miste

    Per risparmiare quando si sottoscrive un’assicurazione sulla vita è utile ricordare l’esistenza delle polizze miste. Cosa sono? Polizze che hanno appunto un duplice e che comprendono sia le finalità delle polizze caso vita, sia quelle relative alle polizze stipulate per avere una tutela in caso di premorienza. Stanno passando di moda ma, se si decide di sottoscriverne una – gli interessi non sono indifferenti – è bene ricordare che, nonostante quello che dicono molti agenti, non si tratta affatto di un prodotto assimilabile alla pensione integrativa.

Per altri consigli ed idee leggi il nostro articolo su come risparmiare soldi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *